RISOTTO CON CREMA DI MELE, RADICCHIO E NOCI

In questo week end sono tornata bambina.

Mi è sempre piaciuto viaggiare. Mettermi in moto verso orizzonti nuovi è qualcosa che non mi spaventa affatto, anzi mi emoziona sempre e mi rende euforica come un bimbo alla vigilia di Natale. Mi piace mescolarmi tra la gente lungo strade sconosciute, alzare gli occhi al cielo e scoprire nuovi profili stagliarsi contro il blu; mi piace perdermi tra modi di vivere e parlare diversi, respirare un’ aria nuova, scoprire a piedi ogni angolo dei centri storici, curiosare tra le vetrine, assaggiare piatti sconosciuti. Mi piacciono le stazioni dei treni con la nostalgia e le emozioni che si portano dietro, soprattutto se sono io a respirarle a pieni polmoni.

Ogni viaggio è una scoperta nuova, un tassello di conoscenza in più, un braccio teso verso il resto del mondo e niente è più bello delle immagini che si imprimono gli occhi quando scopri un luogo nuovo, diverso e ti ci perdi dentro. Immagini che porteranno con sè ricordi e sensazioni legate a quegli attimi. Questo week end a Bologna è stato per me un viaggio nel viaggio, una scoperta nella scoperta: tra i portici accoglienti di una città incredibilmente bella, i sorrisi delle persone che ho avuto il piacere di conoscere e la spensieratezza, il divertimento schietto delle ore trascorse accanto ad un’amica. I minuti sono passati veloci e le due giornate si sono consumate in fretta, ma la ricchezza di tutto quello che ho potuto imparare, conoscere, condividere durerà a lungo e sarà una delle fotografie più belle che potrò custodire nel mio album della vita.

RECIPE
(dosi per due persone)
1 cespo di radicchio rosso di Treviso
1/2 mela
1/2 cipolla bionda
20 + 20 g di burro
1 cipollotto fresco
brodo vegetale (il mio preparato con: carota, sedano, cipolla, zucchina, patata e qualche foglia di alloro)
2 tazzine da caffè di riso tipo Carnaroli
30 g di granella di noci
Grana Padano q.b.
1 bicchiere di vino bianco q.b.
Lavate il cespo di radicchio staccando le foglie con delicatezza dal gambo duro. Tagliate qualche punta più scura e mettetela parte, le restanti affettatele sottilmente e mettetele a rosolare in un pentolino insieme a 20 g di burro e alla cipolla bionda tagliata. Aggiungete la mela sbucciata e tagliata a dadini, un pizzico di sale e un dito d’acqua in un bicchiere per evitare che si asciughi tutto troppo. Lasciate appassire la mela e il radicchio insieme per qualche minuto. Quando la mela sarà morbida al tocco della forchetta, togliete dal fuoco e frullate con il minipimer ad immersione.
Preparate il brodo vegetale. In un altro tegame fare rosolare i restanti 20 g di burro con il cipollotto fresco, poi aggiungete il riso e girando con un cucchiaio di legno fatelo tostare fino a quando non sarà bello lucido. Aggiungete il vino e fate sfumare. Aggiungete poi un mestolo di brodo alla volta, girando di tanto in tanto, per continuare la cottura del riso fino a quando non sarà cotto al punto giusto.
Mantecate il riso con la crema di mele e radicchio che avevate preparato e una bella spolverata di parmiggiano grattuggiato.
Impiattate e decorate con le punte rosse del radicchio sminuzzate e una manciata di granella di noci. Servite caldo.
ricamo

 

4 Comments

  1. sandra pilacchi 16 marzo 2016

    viaggiare … mi piace la nostalgia della partenza e la nostalgia del ritorno… sarò un po’ scema….bellissima ricetta, le foto parlano da sole.

    Rispondi
    • debora 18 marzo 2016

      Sei tutt’altro che scema o lo siamo in due!!
      Grazie per le belle parole che mi hai dedicato

      Rispondi
  2. donatella 16 marzo 2016

    Il risotto con quella cremina di mela e radicchio mi piace tantissimo…e le foto sono stupende! Buona serata cara Debora.

    Rispondi
    • debora 16 marzo 2016

      Donatella cara, sono contenta che ti piaccia la ricetta. Questa è una delle pochissime cose che sapevo cucinare anche prima che imparassi a farlo sul serio. Era giusto che stesse qui 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *