OMELETTE DI MELE, CANNELLA E MIRTILLI ROSSI

La solitudine dei numeri … verde.

Processed with VSCO

E poi capita un giorno che tu abbia la necessità e l’urgenza di parlare con l’operatore di un qualsiasi numero verde. Componi il numero e attendi in linea.

Primi tre minuti: per Elisa di Beethoven.

Una voce metallica interrompe l’idillio e inizia monòtonamente ad elencare:

Per il servizio in Jugoslavo premere 1, per il servizio in Lettone premere 2, per il servizio in Aramaico antico premere 3, per il servizio in Tedesco premere 4, per quello in Giapponese premere 5, per il servizio in Norvegese premere 6 …. Ma avrò composto il numero gisto?!… per il servizio in italiano premere il tasto 9 …. Premi il tasto 9 e attendi. Vi ricordiamo che per accedere al servizio è necessario munirsi del codice utente scritto in basso alla pagina 24esima del vostro contratto di utenza, dopo la sedicesima riga delle condizioni generali… Cribbio, dove avrò messo quel contratto?!! Corro a cercarlo….Torni col fiatone, dopo aver messo a soqquadro tutta casa e la voce metallica è già arrivata al numero 5 del nuovo menù. Un vago senso di inadeguatezza inizia a farsi prepotentemente avanti, per fortuna al numero 8 la voce spiega: per tornare al menù principale premere #…. Torni al menù principale. Per problemi inerenti il prezzo del petrolio premere 1, per indicazioni meteo premere 2, per richiedere vagonate di pubblicità telefonica premere 3, per problemi con la ciabatta a terra premere 4, per problemi con l’alitosi della vicina premere 5, per comunicare il proprio numero di scarpa premere 6, per problemi con la propria utenza premere 7, per tornare al menù principale premere # … Premi il tasto 7 ed è già passata un’altra mezzora: fortuna che è un nemero verde… Per utenti con il contratto in scadenza premere 1, per utenti con il contratto scaduto premere 2, per utenti che vogliono rinnovare il contratto premere 3, per utenti che non ricordano più che tipo di contratto hanno premere 4, per utenti che chiamano dall’estero premere 5, per utenti che chiamano dall’Italia ma hanno l’utenza in Belgio premere 6, per utenti che hanno problemi perchè non pagano le bollette sappiano che non facciamo sconti a nessuno e possono pure morire qui, per tutte le altre possibilità premere 7… Ripremi 7 e inizi a sudare freddo: ci sarà un numero corrispondente a un operatore prima o poi?!! … Per richiedere spiegazioni sulle 360 pagine della propria bolletta premere il tasto 1, per disattivare i costi nascosti del servizio premere il tasto 2, per comunic …. Costi nascosti, oh cielo questa non la sapevo, quali costi nascosti? Dimentichi i problemi per cui cercavi di chiamare e premi 2 … Torna per Elisa di Beethoven … Rimanere in attesa, prego … Passa l’ennesima mezzora … Elisa imperversa e tu stai esaurendo gli spazi di carta bianca su cui sfogare con incomprensibili geroglifici della biro il tuo nervosismo crescente. Ritorna la voce metallica: ci scusiamo per l’attesa ma il servizio non è al momento disponibile, per tornare al menù principale premere #… Parte la prima non trascrivibile imprecazione, premi # e la voce metallica ricomincia da Vi ricordiamo che per accedere al servizio è necessario munirsi del codice utente scritto in basso alla pagina 24esima del vostro contratto di utenza, dopo la sedicesima riga delle condizioni generali. Hai in testa svariati nuovi capelli bianchi quando finalmente riesci a tornare all’ascolto del menù che avevi interrotto … Per richiedere spiegazioni sulle 360 pagine della propria bolletta premere il tasto 1, per disattivare i costi nascosti del servizio premere il tasto 2, per comunicare con …. il Papa – hihhihii scherzetto, premere il tasto 3, per risolvere i problemi con il risponditore automatico premere 4, per sapere il costo dell’attuale chiamata premere 5 …. Ma ca**o non era gratis?? No però stavolta non ci casco….per parlare con un nostro operatore premere 6…. Sorridi gagliardo, ti sembra di aver conquistato l’Everest e adesso che finalmente hai qualcuno con cui poterti sfogare, vedrai come ti farai sentire! Quando la voce metallica trilla allegramente: per parlare con un operatore di etnia curda premere 1, per un operatore del Centro America premere 2, per un operatore esperto di arti marziali e lingue orientali premere 3, per un operatore sordo muto premere 4, per un operatore mitteleuropeo premere il tasto 5, per un operatore del continente Austrialiano premere 6, per un operatore indigeno dell’isola di Pasqua premere 7, se proprio ancora ci tieni a baccagliare con un operatore scocciato e sottopagato dei nostri call center premere il tasto 8.

Silenzio.

Premi otto, ormai idrofobo.

Ti sembra di sentire: Buongiorno, sono Paolo del servizio clienti, come posso esserle utile?

 

Paolo…Non sono un automa, sono una persona, ad un certo punto te lo dovevo pur dire: Vaffanguuuuulooooo, Vi-a-effe-effe-NNGULOOO!! Tu, il tuo Call Center, il tuo numero verde, il tuo ripetitore automatico di mmmerda!!! Vaffanguuuulooooo….

 

Ed era occupato.

RECIPE

(dosi per una padella di 20 cm)

 

1 uovo

125 latte

60 g di farina 0

1 mela

20 g di burro

30 g di zucchero a velo, più quello per decorare

1 cucchiaio di cannella in polvere

40 g di mirtilli rossi essiccati

un bicchiere di grappa

 

Fate rinvenire nella grappa i mirtilli rossi essiccati. Tagliate la mela in piccoli tocchetti e fatela rosolare insieme al burro in una padella antiaderente del diametro di circa 18/20 cm.

Montare a neve l’albume e tenete da parte. In un’altra ciotola preparate la pastella unendo il tuorlo con il latte, la farina, lo zucchero a velo e la cannella. In ultimo incorporate l’albume montato a neve avvendo cura di non smontare il composto. Unite i mirtilli alla mela, dopo averli strizzati, poi versate la pastella nella padellina.

Fate cuocere da un lato, non appena inizia a staccarsi dal fondo della padella, con l’aiuto di un piatto piano, rigirate l’omelette e fatela cuocere dall’altro lato. Togliete dal fuoco, spolverate con zucchero a velo e cannella e servite calda. E’ una buonissima alternativa anche per la colazione.

ricamo

9 Comments

  1. alessia 18 ottobre 2016

    Ahahaha buongiorno Deb! Che delizia questo post, mi sono divertita un mondo! Geniale poi la conclusione alla Aldo Baglio (secondo me un uomo perfetto). Bellissimi gli scatti, e che bello vederti nei quadriche tu stessa crei! Ti stringo forte e buon weekend, Ale

    Rispondi
  2. Francesco 10 ottobre 2016

    Debora, sei geniale, grande, hai fatto un veritiero resoconto dei numeri verdi e, mentre leggevo, aumentava sempre più il riso sulla mia bocca e, per dirti il vero, anch’io ho usato, molto prima di te,  la prosaicità della tua chiosa.
    Fortunatamente c’è la tua squisita omelette che addolcisce le inadeguatezze dei servizi, che, oltretutto, paghiamo a caro prezzo.
    Brava, brava, brava!!!

    Rispondi
    • debora 10 ottobre 2016

      Grazie, grazie, grazie Francesco! Per fortuna ci sono persone come te che capiscono a fondo il vero dramma, ma sopratutto apprezzano certe omelette!! 😉

      Rispondi
  3. Lara 9 ottobre 2016

    Oddio pensa, sarei disposta a pagare 5 euro al mese in più in bolletta per avere un servizio decente, senza risponditori e con persone vere…. siamo alla frutta sorella te lo dico, e comunque a parte un assaggio di questa omelette io voglio l’operatore in aramaico antico, sia mai che sia più abituato a fare l’esegesi delle bollette!

    Rispondi
    • debora 9 ottobre 2016

      Buongustaia! Sapevo che l’operatore in aramaico antico ti sarebbe piaciuto un sacco…anche se credimi mia cara, temo che nessuno possa “”spiegare”” certe bollette. Godiamoci insieme questo dolcetto, credo che sia molto meglio! baci

      Rispondi
  4. Eravamo al telefono con te, unendoci con le nostre biro colorate agli scarabocchi nervosi e terapeutici ed eravamo con te anche alla fine della telefonata pronte ad intonare un saluto di quelli incisivi ^^ che a tre voci magari suona in stile stereo!! e poi naturalmente eravamo con te  tra mele, mirtilli e cannella, con grembiuli di foglie rosse come quel golf che indossi, che ci proietta già verso un dicembre carico di pomeriggi profumati tra mele e fornelli! Quanto tempo della nostra vita se ne andrà dietro a voci metalliche e stridule studiate per farci perdere tempo??!! Tempo che sapremmo benissimo come impiegare, tempo che andrebbe risarcito, tempo che dovrebbe tornarci indietro magari sotto forma di buoni amazon da spendere con leggerezza sul divano mangiando dalla padella questa meravigliosa omelette! Oggi qui c’è un tempo grigio ma questi scatti mostrano quel lato caldo dell’autunno che ci fa desiderare che questa stagione non finisca mai!! Buona giornata sweet Deb e via al al lavoro…anche su questa storia del lavoro dovremmo aprire una parentesi ma la rimandiamo.

    Rispondi
    • debora 9 ottobre 2016

      Care Pancettine, avete ragione: quel golfino rosso è molto, molto dicembrino ed io lo indosso proprio quando voglio scaldarmi il cuore e le giornate…Ricordate ch’io vi aspetto qui a Roma. Sono pronta a coccolarvi con dolcetti, chiacchere e passeggiate e magari tante risate sulle situazioni assurde cui siamo costrette nella nostra quotidianità…

      Rispondi
  5. Rebecka 9 ottobre 2016

    Per fortuna che poi ci sono le omelette che profumano di mela e di cannella.

    Rispondi
    • debora 9 ottobre 2016

      Bella Rebecka!! Sapessi quanto hai profondamente ragione …

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *