TORTINO AL CIOCCOLATO CON NOCCIOLE E FOGLIE DI MENTA CANDITE

Così è successo che è volato via un anno.

compo-iniziale

Trecentosessantacinque giorni o poco più son soffiati via in un batter di ciglia, così leggeri e veloci che quasi ci ho messo di più a spegnere questa candelina.

E forse ci ho messo tanto a farlo, chè a me i festeggiamenti piacciono un sacco e sono proprio quel tipo di persona che, con bambinesca goliardìa, fa di ogni occasione quella buona per far baldoria, tirar su un calice pieno di bollicine e addolcirsi la vita con un pezzo di cioccolato.

Però a pensarci bene, trecentosessantacinque giorni o poco più di questo blog andavano proprio festeggiati. Non foss’altro per la strana congiuntura astrale che ha portato la qui presente giovane donna a indossare grembiule e farina sulle mani, per imparare a destreggiarsi nel tramestio di cucchiarelle, stampi, padelle da spadellare e ingredienti da rimestare. Così è successo che in questo fermento di pentolame, sia volato via proprio un anno, bello tondo e pasciuto, e nel suo mentre io abbia scoperto che le caldarroste si possano caramellare, una treccia di pane riesca a lievitare, le foglie di menta finiscano candite e perfino che i tuorli d’uovo si possano friggere.

E del tempo che è volato via ce ne dev’essere stata una bella scorta, nascosta in quella dispensa che non sapevo di possedere, se questo blog, ch’è sicuramente più homemade di un tortellino fatto in casa, è potuto crescere prendendosi tutto l’impegno e le energie che gli dovevo affinchè risultasse una buona ricetta degna d’essere tramandata.

Ricordo ancora le parole della mia amica e maestra – tre sono gli ingredienti che fanno di un blog qualcosa di buono da gustare: saper cucinare, saper scrivere e non ultimo saper fotografare. Così mi son detta: penna in resta e all’attacco miei prodi dato che certamente all’inizio era la penna l’unico ingrediente a portata di mano e di testa. Poi poco alla volta le cose son venute da sole e di cose belle, bellissime, questi trecentosessantacinque giorni e poco più ne hanno portate veramente tante. A cominciare dalla fotografia che mi ha insegnato a non mettere mai i neri sul cibo, nè per mano del forno, nè per mano del mio obiettivo e finire con la filigrana fittissima e preziosa di relazioni umane che attraverso questo blog si sono intrecciate al mio quotidiano.

Ed è con tutte loro che oggi mi piacerebbe festeggiare quest’anno di blog volato via in un batter di ciglia. Con tutte loro e con tutti quelli che con o senza il ti sei messa a fare pure questo? mi hanno sempre sopportata. Così ho scelto il mio dolce preferito, di quelli che quando sono al ristorante e ne devo ordinare uno, ci giro sempre attorno ma poi finisco sempre col prendere quello. Ho comprato gli ingredienti migliori e vi ho aggiunto un pizzico di atmosfera natalizia chè una bella tavola imbandita è tutto quello che serve per iniziare a far baldoria….E adesso vi aspetto per tirar insieme su un calice di bollicine e addolcirci la vita con un po’ di cioccolato!!

ps. Non preoccupatevi del regalo: ci ho già pensato da me medesima con un bel obiettivo nuovo di zecca che è proprio il regalo più azzeccato per un compliblog che si rispetti!!

RECIPE

100 g di burro

100 g di cioccolato fondente all’80%

(io ho usato una barretta artigianale POLOZZI)

100 g di zucchero a velo

30 g di farina 00

15 g di nocciole tostate e tritate finissimamente

2 uova grandi

1 cucchiaino di cannella

30 g di fecola

 

per la decorazione

ribes

foglie di menta

1 albume

zucchero a velo q.b.

 

La sera prima preparate le foglie di menta candite. Spennellate ciascuna foglia con l’albume di un uovo, poi passatela nello zucchero a velo e lasciatela ad asciugare su un foglio di carta argentata per tutta la notte.

Preparate il tortino al cioccolato poco prima di servirlo: va assolutamente mangiato caldo, altrimenti il cuore morbido si asciuga troppo. In un pentolino fate sciogliere a fiamma dolce il cioccolato fondente con il burro e lo zucchero a velo. Appena prima che  venga il bollore, togliete al fuoco lasciate raffreddare per qualche minuto. Aggiungete la farina setacciata, la fecola, le nocciole tritate e la cannella. aggiungete poi un uovo alla volta e mescolate il tutto in modo tale da ottenere un composto liscio e omogeneo.

Imburrate e infarinate gli stampi (io ne ho usati due da 11 cm di diametro e altezza 6 cm), versate il composto e infornate in modalità statica, preriscaldato a 180°. Per la cottura regolatevi con la superficie del tortino: deve risultare asciutta ma non secca ed il cuore deve rimanere bello cremoso. Sfornate, decorate con zucchero a velo, foglie di menta candita e qualche ribes e servite caldo/tiepido.

ricamo

15 Comments

  1. […] resto poi alla tenera età di un anno e poco più è proprio giunta l’ora di andarsene a vivere da soli, non trovate? E poi, con […]

    Rispondi
  2. LARA 21 novembre 2016

    solo un anno ha il tuo blog? Avrei detto di più, tu sei arrivata già così brava che sembri bloggare da sempre, e una fettina di torta son qui per assaggiarla e alzare il calice con te, cin cin!

    Rispondi
    • debora 24 novembre 2016

      Lara, tu mi lusignhi…se ti dicessi che tanto brava invece non mi sento? Ma non è questo che conta, quallo che importa è averti avuta accanto in questo giorno speciale. Con tutto il mio bene…

      Rispondi
  3. LAURA 21 novembre 2016

    eccomi Eccomi!!!!Cara Debora il mio ritardo è imperdonabile anche se lo so che da parte tua troverò lo stesso un bel sorrisone ad attendermi e anche una fetta di torta che, se ti conosco bene, sicuramente tu avrai messo da parte anche per i più ritardatari!E’ un piacere aver vissuto con te questo primo anno, i prossimi saranno ancora più belli grazie al tuo merito di saper costruire begli scambi con le persone che ti piacciono 🙂 A questo si aggiunge una cosa che mi fa sorridere, una coincidenza che dice molto e che ti farà sorridere, tornando indietro al mio primo compleanno da crostaceo la mia scelta fu un tortino come questo… o meglio il mio voleva essere come il tuo, ma io non fui brava come te a realizzarlo 🙂 Ad ogni modo questa coincidenza dice molto del nostro modo di intendere la festa come fosse cioccolata allo stato puro!Ti abbraccio!!!

    Rispondi
    • debora 24 novembre 2016

      Ehi ma io e te siam proprio uguali! Vedi anch’io quanto sono in ritardo nella risposta. Tutta colpa di certe faccende “”wordpress”” in cui mi ritrovo affacendata. Però la curiosità di scappare a leggere il tuo post per il primo anno da crostaceo è tantissima, quindi in barba al tempo corro…
      Tanto io e te ci vediamo presto, prestissimo !!!

      Rispondi
  4. m4ry 20 novembre 2016

    Regalarsi un obiettivo è sempre una gran bella cosa, se poi lo si lega a una ricorrenza così importante come il primo anno di blog, beh…direi che è proprio il massimo 🙂 Ti auguro con tutto il cuore di continuare sempre con questa spinta e questo entusiasmo. Sei bravissima Debora e sono felicissima di averti incontrata di persona. Sono certa che non mancheranno altre occasioni per rivederci ancora. Ti abbraccio e mi godo questa meraviglia cioccolatosa da svenimento 😉 

    Rispondi
    • debora 24 novembre 2016

      Grazie Mary. Anch’io sono felice di averti conosciuta. Spero di cuore che non mancheranno altre occasioni per far baldoria insieme e in caso contrario sono certa che entrambre sapremo crearcele.
      Per questo ti abbraccio e … a rivederci presto!

      Rispondi
  5. Francesco 19 novembre 2016

    Carissima Debora,
    ma tu non sei una semplice blogger come tante, tu sei una fata!!
    Così ti ho immaginata la sera prima del compleanno, tutta presa dalle tue magie per caramellare un foglia di menta, armeggiando con le tue “”cucchiarelle”” e meditando come e quanto divertimento ci sarebbe stato oggi.
    Sì, il tuo blog, l’angolo della tua malia, meritava una festa degna di sé, per l’originalità delle preparazioni, per la finezza e allegra simpatia della scrittura, per la bellezza delle foto, ma così belle, che ti verrebbe voglia di allungare un cucchiaino per assaggiare tutte le delizie che ci offri.
    Buona festa per il blog, ed a te tantissimi auguri, con la certezza che continuerai ad ammaliarci con il tuo affabulare e a proporci sempre splendide novità!!

    Rispondi
    • debora 24 novembre 2016

      Francesco tu si che usi bene le parole. Tutte le volte mi riempi di complimenti, ma così tanti da farmi arrossire…Ti ringrazio per esser passato alla festa e ti prometto che farò del mio meglio per regalarvi tanti altri giorni bellissimi di blog

      Rispondi
  6. Debora cara, augurissimi di cuore!!!!Non riusciamo a credere che il tuo blog abbia appena compiuto un anno, sei bravissima….e queste foto, sono troppo belle, ti stai già divertendo con il 50 eh?! E’ sempre un piacere passare di qui, quest’atmosfera vagamente natalizia è magica e questi tortini sono una meraviglia, dei doni preziosi che nascondono un cuore cremosissimo….perfetti per festeggiare questo primo importante traguardo! Sei sicuramente tra i regali più belli che abbiamo scoperto quest’anno, un brindisi super tintinnante a te e al tuo splendido blog!!

    Rispondi
    • debora 24 novembre 2016

      Belle Pancettine mie. Che dire?! Il regalo sapete bene di avermelo fatto voi: con la vostra amicizia, i colori e le atmosfere magiche del vostro blog, la luce calda che ogni vostra parola irradia, la sensazione splendida di avere davanti delle persone con cui condividere e vivere le emozioni! Vi voglio bene

      Rispondi
  7. Valentina Masocco 19 novembre 2016

    Eccomi qui, un po’ emozionata perchè le cose speciali mi fanno tornare sempre un po’ bambina. E i colori e il gusto di questa piccola festa scaldano il cuore. Mi sembra che siamo tutti intorno al tavolo, noi lettori di queste pagine dense, a guardare le luce mobile di quella candelina, ad attendere che tu la spenga dopo aver espresso il desiderio più bello. Tantissimi auguri Madame’s Kitchen!!!

    Rispondi
    • debora 24 novembre 2016

      Mia personale Ameliè…tu sei uno dei fili che riluce di più in quella filigrana. Ti abbraccio fortissimo, amica mia!

      Rispondi
  8. Gabila 19 novembre 2016

    Avevo scritto che quella data me la ricordavo molto bene, che in questi 365 giorni  e poco più tu sei cambiata….sei fiorita e credo che le caratteristiche che descrive “” la tua maestra”” le hai portate a casa!!! Ti abbraccio e ti faccio ancora i miei più sinceri auguri!!!

    Rispondi
    • debora 24 novembre 2016

      Gabila cara…ed io ricordo molto bene che in quei primi giorni di blog tu eri lì come amica, fonte di ispirazione e sostegno. Quindi sai bene che uno dei tanti brindisi che faremo sarà in tuo onore e in onore della tua bravura. Felicissima di averti “”intrecciato”” a me!!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *