RISOTTO CON CREMA DI MELE, RADICCHIO E NOCI

In questo week end sono tornata bambina.

Mi è sempre piaciuto viaggiare. Mettermi in moto verso orizzonti nuovi è qualcosa che non mi spaventa affatto, anzi mi emoziona sempre e mi rende euforica come un bimbo alla vigilia di Natale. Mi piace mescolarmi tra la gente lungo strade sconosciute, alzare gli occhi al cielo e scoprire nuovi profili stagliarsi contro il blu; mi piace perdermi tra modi di vivere e parlare diversi, respirare un’ aria nuova, scoprire a piedi ogni angolo dei centri storici, curiosare tra le vetrine, assaggiare piatti sconosciuti. Mi piacciono le stazioni dei treni con la nostalgia e le emozioni che si portano dietro, soprattutto se sono io a respirarle a pieni polmoni.

Read More

LO GNOCCO FRITTO EMILIANO

Con qualche giorno di anticipo rispetto all’arrivo ufficiale della Primavera è arrivato invece l’Inverno. Si sono scambiati di posto, non lo sapevate?

Un giorno si sono incontrati in gran segreto e si son detti:
Sai che c’è? Visto che tutti gli anni Estate e Autunno si scambiano di posto e nessuno gli ha mai detto nulla, quest’anno lo facciamo anche noi!
E così è stato. Mentre a Natale l’Inverno se ne stava tranquillo e beato in un villaggio Valtour alle Maldive, noi si festeggiava con il golfino di cotone e le infradito ai piedi e ci venivano le caldane di fronte ai cappelletti in brodo. A Gennaio sulle Alpi e gli Appennini invece di sciare si andava al pascolo insieme alle mucche della Milka; adesso invece, che ci sono 4 metri di neve su tutto il Nord Italia, non si trova più nessun albergatore disposto ad ospitarti perchè si son tutti suicidati visto il crollo turistico della stagione mancata.

Read More

CROSTATA CON MARMELLATA DI ARANCE E CREMA FRANGIPANE

Dalle suffragette alle foodbloggers.

Da quando ho aperto questo spazio, ho avuto modo di conoscere meglio e sotto una diversa angolazione, il mondo del food-blogging e delle sue protagoniste femminili. Premesso che non sono mai stata quel genere di donna pronta, ogni piè sospinto, a lanciarsi in battaglie di stampo femminista o a reclamare una qualsiasi inutile superiorità di questa metà del cielo, non posso negare di essere rimasta conquistata e colpita dal grado di emancipazione, indipendenza e maturità artistica raggiunta dalla maggiorparte delle foodblogger che conosco. Di fatto sono rimasta affascinata dallo stravolgimento che ognuna di loro, a suo modo e con le proprie peculiarità, ha operato del ruolo della donna intesa come emblema del focolare domestico.

Read More

CHOCOLATE AND RASPBERRY BROWNIES

Questa è la storia strampalata delle parole buffe e desuete, che un giorno, stanche di rimanere inespresse e impolverate tra le pagine ingiallite di un vecchio vocaboliere, decisero di uscire allo scoperto e farsi sentire dal mondo intero.

Il primo ad avere l’idea fu il Sig. Randello: d’animo litigioso e combattivo, scalpitava di colpire a destra e manca chi non si curava più di nominarlo, ma come tutti gli attaccabrighe era poco coraggioso e così fece un balzo alla pagina di Smargiasso e poi a quella di Gaglioffo per cercare valido sostegno e protezione. Gaglioffo s’era un po’ imbolsito nel tempo, ma di dar battaglia non vedeva l’ora e Smargiasso, così tronfio di suo, si mise subito alla guida della banda.

Read More

PANBRIOCHE CON LE PATATE

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre.
(Platone)
La cosa peggiore di questo periodo storico in cui viviamo è la perdita costante e irreversibile di gentilezza tra gli esseri umani. Ed è una perdita grave.
Mentre il mondo se ne va, inseguendo ritmi forsennati e si rinchiude dentro scatole bellissime di cristallo che servono però solo ad aumentare l’incomunicabilità e l’intoccabilità tra i rapporti umani, almeno qui, nella mia cucina, permettetemi di stravolgere le regole e comporre discorsi sparsi sulla Gentilezza.