SAVORY

RIBOLLITA TOSCANA

Sette cose fa la zuppa: cava fame e attuta sete; empie il ventre e netta il dente; fa dormire, fa smaltire e la guancia fa arrossire.
Detto popolare
Torno da qualche giorno trascorso in Toscana. E’ una terra bellissima che parimenti alla mia ha il culto della buona cucina e conosce appieno il senso della condivisione di una tavola. Spesso mi è capitato di ritrovarmi in ristoranti o agriturismi in cui esisteva un’unica rustica tavolata, ricca e ben imbandita, a cui i commensali, sconosciuti fra loro, erano invitati a sedersi per gustare insieme lo stesso cibo. Ciascuna persona si ritrovava così di fronte ad un buon pasto sola con la propria individualità e il proprio volto ed era chiamata a condividere con gli altri la propria vita e i beni della terra…

CREMA DI PATATE E FINOCCHI, CON SALMONE E SCALOGNO CARAMELLATO

L’arte di inciafrugliare.
Per una “non cuoca” come me, zuppe, creme e vellutate, sono il più grande riscatto.
Facili, veloci e soprattutto sane, sono tutte preparazioni che non richiedono grandi capacità culinarie, ma danno grandi soddifazioni per il palato. Soprattutto se si è bravi a inciafrugliare! Ogni volta che ne preparo una, mi diverto a testare vari accostamenti di sapori e questo, credetemi è uno degli inciafrugliamenti più riusciti.

Read More

FARINATA DI CECI

Volevo preparare le Panelle. Mi ero ripromessa: da brava siciliana nel mio blog, prima o poi, ci saranno tre ricette must della mia terra: pane e panelle, arancine e iris. In ordine di difficoltà, pane e panelle è la cosa che richiede meno impegno e che più facilmente mi riporta con la mente alle mie estati in Sicilia … Il sole caldissimo, l’acqua blu degli scogli di Cinisi, il mercato del pesce alle quattro del mattino, le gite con la barca a Favignana e la nuvola di Erice, il profumo del chioschetto di pane e panelle che raggiungevi scalzo dalla spiaggia per gustarti il tuo bel pranzo a mare insieme ad una cedrata ghiacciata.

Read More

CROSTATA SALATA CON ZUCCA, RICOTTA, MIELE E NOCI

Si sta come
d’autunno
sugli alberi
le foglie
Giuseppe Ungaretti
E’ finalmente autunno pieno.
Nonostante il sole sia ancora molto tiepido, i colori del paesaggio attorno a noi sono cambiati e una luce morbida e bassa rischiara le giornate, fin quando c’è.
E’ il tempo della “ruska” (in finlandese) e del “foliage” ( in francese).
Quello spettacolo unico che accende la natura di mille sfumature; quando ogni singola foglia cambia pelle, si tinge di toni caldi e poi cade. Il paesaggio naturale diventa un’ esplosione di colori: su un tappeto di muschio e bacche, l’Autunno dà vita a un’incredibile tavolozza che contempla tutte le sfumature del verde, dell’arancio, del rosso, del giallo. E l’effetto è talmente straordinario da togliere il fiato. Soprattutto al tramonto: mille fiaccole si accendano sui rami.

Read More

1 4 5 6 7